23/2012 – Fuorisalone

Stanislao:

- E non ti dico le facce note coi bicchieri in mano.. Facevano da ostacoli all’esalazioni di pollo marinato alla griglia, salsicce sfrigolanti, pane abbrustolito all’aglio.. Dio! Lo snap gelato bevuto in bicchierini minimi.. piccoli brividi ai presenti per un futuro di grande euforia. Hai presente la geometria culinaria? Bocconcini di scamorza e speck, patate a cubetti.. C’era di tutto! Anche il menù verde per tipi vegetariani. E’ lì che ho sentito argomentare uno del giro della Bocconi sul fenomeno delle aziende fallite più per i loro successi che per i loro insuccessi! Cose da pazzi. Ma secondo te è possibile?

Frank:

- Quindi sei rimasto vicino ad una sola facciata di questo salone.. dove i tuoi bocconcini della Bocconi studiano come non farsi mangiare agli happening dei governi creativi del domani? Tanto per restare sulla geometria culinaria gli aperitivi de “la Crème de la Crème” sono come la merda al quadrato: sei nel circolo del FuoriSalone, ma rimani un CessoDentro.

F&S